Carissime Iscritte e Carissimi iscritti,

sappiamo benissimo cosa significa lavorare presso la asst di Lecco e quanti sacrifici fate, in ogni turno di lavoro.

Oggi abbiamo evidenziato la fatica, l'abnegazione e l'alto senso del dovere che, dimostrate ogni giorno.

Ma sembra che non sia bastato. Abbiamo trovato una direzione generale granitica e lontanissima dalla realtà, reale di questa azienda.

Proseguiremo con le nostre rivendicazioni e a appena possibile verrà stilato un piano di iniziative per la vertenza in corso.

Scarica verbale prefettura

Articolo di giornale

Il Segretario Sanità Pubblica

UIL FPL DEL LARIO

Massimo Coppia

 

La UIL FPL del Lario è venuta a conoscenza per il tramite di un comunicato ufficiale che presso la clinica San Martino di Malgrate in provincia di Lecco stato autorizzato un pronto soccorso con prestazioni a pagamento dal lunedì al sabato.

La nostra Organizzazione è sconcertata dal livello di smembramento in cui si trova il sistema di Sanità Pubblica presso la nostra Regione e nel nostro Paese, si pensi che negli ultimi 10 anni soso stati tagliati 37 mld di €. .

Ancora una volta siamo stati preveggenti su quanto atteso dalla legge regionale n. 23/2015 in merito alla mancata attuazione dei PREST e dei POT che dovevano fungere da scrematura per evitare gli intasamenti dei Pronto Soccorso delle ASST.

Prendere atto che si pone rimedio agli intasamenti dei Pronto Soccorso con la creazione di nuovi Poli affidati a soggetti privati per la gestione di emergenze definite “minori” con tariffe a pagamento è, a nostro avviso,un segnale inequivocabile di mancati investimenti sulla Sanità Pubblica.

Da tempo sosteniamo l’idea di rilanciare gli investimenti riguardo la nostra rete di assistenza sanitaria convogliando le risorse necessarie per l’ammodernamento delle strutture, strumentazione e per un vero piano assunzionale e di potenziamento del personale medico e del comparto (infermieri, Oss, tecnici ecc. ecc.).

E invece, in Regione Lombardia si autorizza l’avvio di tali servizi dimenticando il valore fondamentale della tenuta del sistema sanitario pubblico e magari affidando a soggetti privati che, da dodici anni non rinnovano il contratto ai propri dipendenti.

A certificare quanto da noi rappresentato è da ultimo il “rapporto Gimbe 2019” che per detta della Fondazione in riferimento allo stato della Sanità Pubblica dichiara “siamo Davanti al lento e progressivo sgretolamento della più grande opera pubblica mai costruita in Italia – negli ultimi dieci anni nessun Esecutivo ha mai avuto il coraggio di mettere la sanità pubblica al centro dell’agenda politica, ignorando che la perdita di un servizio sanitario pubblico, equo e universalistico, oltre a compromettere la salute delle persone e a ledere un diritto fondamentale tutelato dalla Costituzione, porterà ad un disastro sociale ed economico senza precedenti”.

Il servizio di pronto soccorso è e deve rimanere pubblico e per questo, chiediamo a Regione Lombardia e all’Assessore al Welfare G. Gallera di intervenire affinchè vengano valorizzate e potenziate le strutture pubbliche del nostro territorio.

Non è mai troppo tardi per uscire dal silenzio assordante in cui siamo.

Scarica il comunicato

Lecco, 12 Giugno 2019

                                                                                                   Il Segretario Sanità Pubblica della UIL FPL del Lario

                                                                                                                               f.to Massimo Coppia

Giovedì, 28 Febbraio 2019 12:42

ASST LECCO - PARCHEGGI OSPEDALE

Written by

Le proposte di Massimo Coppia - Segretario Responsabile Sanità Pubblica UIL FPL del LARIO

Ampia partecipazione dei lavoratori de "La nostra Famiglia" struttura di oltre 400 dipendenti che afferisce al CCNL Sanità Privata - Aris /Aiop.

L'iniziativa messa in atto dalle OO.SS. di UIL FPL del Lario, CGIL FP Lecco e CISL FP Monza Brianza, fa parte del percorso di rivendicazione del rinnovo del CCNL ormai atteso da 12 anni.

Anche dal territorio di Lecco giunge un messaggio forte è chiaro, il tempo d'attesa è scaduto, #contrattosubito ridiamo digniata agli oltre 250.000 lavoratori del settore.

Volantino dell'iniziativa

 

Giovedì, 10 Gennaio 2019 15:42

NOI Siamo da 12 anni....

Written by

COMUNICATO STAMPA

 

12 anni, sono 12 anni che i lavoratori della Sanità Privata non vedono un rinnovo contrattuale.

12 anni in cui una fetta importante di sanità lombarda non adegua al costo della vita il salario dei suoi lavoratori, lavoratori che ricordiamo svolgono una attività di primo piano sul nostro territorio.

Realtà importanti come l’ Associazione La  Nostra Famiglia, la Clinica Mangioni, svolgono tutti i giorni attività di servizio al cittadino con soldi pubblici, che nonostante siano sicuramente ben spesi, non bastano a coprire i sacrosanti adeguamenti salariali che oramai da 12 anni sono negati ai lavoratori della Sanità Privata

Per questo chiediamo con forza che le realtà della sanità privata non vengano più viste dalla Regione come agenzie  interinali dei servizi pubblici, ma come un servizio complementare e con la stessa dignità della Sanità Pubblica come previsto dalla Legge Regionale  n° 23, dignità che non può che passare dagli aumenti salariali (con i dovuti arretrati) dei lavoratori del settore privato.

Chiediamo con forza che tutte le parti datoriali e la Regione Lombardia si impegnino fin d’ora a sbloccare il tavolo di trattativa e ad assicurare le risorse che servono per garantire quella dignità da lavoro che tutte le donne e uomini della Sanità Privata rivendicano.

Ora basta non siamo disposti ad attendere oltre.

Per questo il 21 gennaio ’19 dalle ore 8 alle 10 saremo in presidio di fronte alla Clinica Mangioni di Lecco, per rivendicare per lo stesso Lavoro, lo stesso salario e gli stessi diritti. SCARICA LA LOCANDINA

Lecco, 10/01/19

Per le segreterie

FP CGIL Lecco Flavio Concil

FP CISL MB Lecco Franca Bodega

UIL FPL del Lario Italo Bonacina

la programmazione delle ferie annuali, dei Dipendenti della ASST di Lecco.

La scrivente Segreteria Territoriale a seguito delle molte sollecitazioni da parte delle Lavoratrici e dei Lavoratori della ASST di Lecco, riguardo le criticità in oggetto, fanno istanza alle SS.VV. in indirizzo di prendere in considerazione quanto espresso per volontà e sottoscrizione della presente, da parte dei Lavoratori qui di seguito.

Criticità parcheggio Ospedale Manzoni: vista la proposta aziendale volta ad organizzare l’utilizzo del parcheggio “a numero chiuso”, ovvero quando il contatore esterno arriva al numero 650 automaticamente la sbarra si chiude e riapre indicativamente alle ore11.00. Il Personale che arriverà dopo la chiusura sarà dirottato presso il parcheggio di via Nassiriya.

La Uil Fpl del Lario, già in data 7 marzo 2018 durante la trattativa, dissentiva per tale organizzazione e ribadiva la necessità che presso il parcheggio di via Nassiriya, vengano interessate le Posizioni Organizzative, i RAD, e la Dirigenza aziendale.

In ragione di quanto su espresso, con la presente si chiede che il Personale del comparto possa parcheggiare all’interno dell’Ospedale Manzoni e che sia le Posizioni Organizzative, sia i RAD e la Dirigenza, siano dirottati al parcheggio di via Nassiriya.

Programmazione piano ferie annuale: uno dei problemi più sentito dalle Lavoratrici e dai Lavoratori della ASST di Lecco è la mancata possibilità di fruizione delle ferie. Questa criticità si evidenzia perché a nostro parere non esiste una programmazione annuale dei congedi.

Con la presente e per risolvere definitivamente la problematica, chiediamo che venga presa in considerazione la programmazione delle ferie annuali, questa organizzazione permetterebbe una fruizione delle stesse dilazionate nel tempo e senza dover cagionare ai Dipendenti stress e peggioramento delle condizioni lavorative con conseguente aumento dei carichi di lavoro.

 

Chi volesse sostenere le nostre istanze può aiutarci scaricando il modulo per la raccolta firme e consegnarlo presso lo sportello sindacale del martedì della UIL FPL dalle ore 10.00 alle 15.00 in ASST di Lecco oppure in alternativa il secondo e il quarto giovedì del mese allo sportello sindacale di Merate dalle ore 10.00 alle 15.00.

Infine qualora lo riteniate più semplice potete sottoscrive la petizione direttamento on line a questo indirizzo https://chn.ge/2K8StKI .

Scarica la locandina

Grazie per la collaborazione,

un caro saluto

Massimo Coppia

Segretario Responsabile Sanità Pubblica

UIL FPL del Lario

Oggi ho personalmente assistito ad una delle pagine più brutte della mia ormai decennale esperienza da Segretario della UIL FPL, mai mi sarei aspettato che le OO.SS. confederali mettessero in discussione la giusta pretesa dell’Organizzazione che ha preso il maggior numero di voti alla RSU ad esprimere il Coordinamento RSU presso la ASST di Lecco.

Ecco perché sostengo che è necessario cambiare l’acronimo RSU in RS perché di UNITARIO non c’è proprio niente, soprattutto, quando non sono loro a vincere.

Non ci fermiamo e andiamo avanti, anche da soli perché non lo siamo, intorno a noi ci sono 416 espressioni di fiducia e sostegno per continuare a lavorare come abbiamo sempre fatto.

 

 

Un caro Saluto,

Vincenzo Falanga

Il Segretario Generale UIL FPL del Lario

A fronte delle diverse notizie apparse anche a mezzo stampa relativamente alla trattiva delle progressioni economiche orizzontali in corso presso il Comune di Lecco, riteniamo doveroso effettuare qualche precisazione in merito all’argomento.
In data 21.3.2018, la RSU e le OO.SS. sindacali di UIL FPL, CISL FP, DICCAP e CSA partecipavano alla delegazione trattante, nella quale il Segretario Comunale ( presidente della delegazione) accoglieva, finalmente dopo numerose sollecitazioni da parte dei dipendenti, la richiesta di dar corso alle progressioni economiche orizzontali (ferme dall’anno 2010).
La proposta formulata, prevedeva i seguenti elementi contrattuali di ragionamento e di discussione:
1. Passaggio di tutte le posizioni inziali delle categorie contrattuali, ovvero degli A1 – B1 – B3 – C1 – D1 e D3, per un totale di 61 passaggi corrispondenti a € 32.000 circa;
2. Nel corso dell’analisi e della discussione emergeva la possibilità di far progredire ulteriori 13 dipendenti per un totale di 74 unità ovvero il 23 % del personale;
3. Le progressioni di cui sopra nel caso di accordo avrebbero avuto decorrenza il 1.1.2018;
4. La necessità di giungere velocemente all’intesa era dettata dalla condizione in cui si versano tutti i dipendenti del Comune di Lecco, in quanto sono disponibili le valutazioni dei soli ultimi due anni;
5. L’imminenza della firma del nuovo CCNL che prevede per le progressioni un minimo di 3 anni di valutazione del personale farebbe slittare l’accordo di cui sopra. E ciò avrebbe determinato l’impossibilità di dar corso all’istituto nell’anno 2018 e allungare di almeno un anno tutte le progressioni che eventualmente sarebbero state concordate.
In ragione di questa situazione, si decideva di convocare immediatamente un’assemblea generale al fine di spiegare le ragioni e le criticità della trattativa in corso ma con l’interesse di procedere ad un intesa prima della firma del nuovo CCNL Enti Locali che salva le intese in essere.
La UIL FPL ritiene che si sia persa un’opportunità di valorizzazione del personale e dei dipendenti del Comune per due semplici ragioni:
1. L’istituto delle progressioni è un istituto fermo dal 2010 e che da sempre è stato richiesto dai dipendenti;
2. L’esito dell’assemblea, di cui prendiamo atto, ha in realtà peggiorato le condizioni dei lavoratori in quanto le possibilità di progressioni a partire dal prossimo anno saranno da discutere tenendo presente delle risorse a disposizione e verificando se sia ancora disponibile la volontà, della nostra controparte, a procedere in tal senso.
3. Strumentalizzare la trattativa, per fini estranei alla contrattazione, a nostro avviso, non ha fatto gli interessi dei dipendenti del Comune di Lecco ma ha peggiorato il clima e le prospettive di crescita di tutti.
La UIL FPL rimane disponibile ad un ragionamento con tutti gli interessati e resta a disposizione dei lavoratori e delle lavoratrici del Comune di Lecco per ogni chiarimento di merito.

Scarica il Comunicato

Martedì, 03 Aprile 2018 10:18

Sportello 730/2018 ASST LECCO - AIROLDI E MUZZI

Written by

Come di consueto viene predisposto apposito sportello sindacale per la lavorazione delle pratiche 730_2018 riservato ai nostri iscritti della ASST di Lecco e AIROLDI e MUZZI, si ricorda di prendere appuntamento con le modalità indicate nel volantino specificando dove verrà lavorata la pratica.

Grazie per la collaborazione

SEGRETERIA UIL FPL DEL LARIO

ASST - LECCO  scarica il volantino

 

Martedì, 20 Febbraio 2018 21:43

Procedura di conciliazione e raffreddamento ASST Lecco

Written by

Ultim'ora Verbale Prefettura ASST LECCO 20 febbraio 2018:

terminato il tavolo prefettizio, la Direzione accoglie tuttele richieste del Sindacato. Questo risultato è il frutto del Nostro Lavoro e della Forza che ci hanno dato le Colleghe e Colleghi di Lecco Merate e Bellano.

Ora subito al lavoro e vigileremo affinchè quanto condiviso sia rispettato. Già da oggi saremo sui posti di lavoro al fianco della Nostra Gente.


La Segreteria della Uil Fpl del Lario

Verbale prefetto del 20 2 2018

Martedì, 28 Novembre 2017 18:44

Organizzatore di CONGRESSO UIL FPL DEL LARIO

Written by

LA UIL FPL DEL LARIO, si occupa delle lavoratrici e dei lavoratori afferenti alla Sanità Pubblica e Privata, degli Enti Locali e delle Cooperative Sociali e del Terzo Settore.