Sanità pubblica

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Learn more

I understand
TRATTAMENTO DATI PERSONALI   GDPR 679/2016 - – Per quanto concerne il trattamento dei dati personali il sottoscritto dichiara:

  • di conoscere lo Statuto UIL FPL, di accettarlo integralmente e rispettare i singoli articoli in ogni punto.
  • di conoscere le polizze assicurative con le specifiche condizioni, presenti sul sito www.uilfpl.it
  • di aver preso visione della informativa sulla Privacy fornita presente sul sito www.uilfpl.it.
  • di fornire il consenso al trattamento dei dati personali da parte del Sindacato ai sensi dell’ex art 13 D.Lgs n.196/2003 e del GDPR 679/2016 per il conseguimento e la realizzazione delle attività istituzionali ai fini degli adempimenti degli obblighi contrattuali, assicurativi, legali e fiscali di cui alle norme in vigore.
  • di concedere il consenso all’uso dei dati personali al sindacato ai sensi dell’ex art 13 D.Lgs n.196/2003 e del GDPR 679/2016 per la realizzazione di iniziative di profilazione e di comunicazione diretta (tramite mail, messaggistica, posta ordinaria, newsletter, ecc.) per il conseguimento e la realizzazione delle finalità istituzionali del Sindacato.
24
Jun

Bonus 200 € - il modello da presentare al datore di lavoro

Il Bonus per i lavoratori dipendenti viene corrisposto direttamente in busta paga unitamente alle competenze del mese di luglio 2022 e non costituisce reddito imponibile né ai fini fiscali né ai fini previdenziali e assistenziali.

 

Il datore di lavoro procede automaticamente al riconoscimento del bonus a fronte della preventiva dichiarazione da parte del lavoratore di non essere titolare di un trattamento pensionistico, del reddito di cittadinanza e a condizione che nel primo quadrimestre dell’anno 2022 i lavoratori interessati abbiano beneficiato dell’esonero contributivo pari allo 0,8% per almeno una mensilità.

 

Il recente decreto legge 21 giugno 2022, n.73, cd. “Semplificazioni”, adottato dal Governo il 15 giugno, ma pubblicato in Gazzetta Ufficiale solo in data 21.06.2022, ha disposto che i dipendenti degli enti pubblici che si avvalgono del sistema informatico del Ministero dell’Economia e Finanze per il servizio di pagamento delle retribuzioni (NOIPA), non sono tenuti a rendere alcun tipo di autocertificazione.

Quindi, i datori di lavoro che adottano la piattaforma NOIPA per il pagamento delle retribuzioni, non dovranno chiedere alcun tipo di dichiarazione ai dipendenti, individuando i beneficiari con l’ausilio di detta piattaforma e liquidando il ”bonus” con la mensilità di Luglio 2022.
 
Per i nostri ambiti di competenza, da una rilevazione effettuata tramite i canali istituzionali di NOIPA, allegata alla presente circolare, risultano davvero pochi gli enti convenzionati con questo sistema informatico che darà luogo alla liquidazione in automatico del “bonus”.

Pertanto vi rinviamo il modello se non già presentato.

Scarica il modulo

15
Jun

Bonus 200 € - il modello da presentare al datore di lavoro

Il Bonus per i lavoratori dipendenti viene corrisposto direttamente in busta paga unitamente alle competenze del mese di luglio 2022 e non costituisce reddito imponibile né ai fini fiscali né ai fini previdenziali e assistenziali.

Il datore di lavoro procede automaticamente al riconoscimento del bonus a fronte della preventiva dichiarazione da parte del lavoratore di non essere titolare di un trattamento pensionistico, del reddito di cittadinanza e a condizione che nel primo quadrimestre dell’anno 2022 i lavoratori interessati abbiano beneficiato dell’esonero contributivo pari allo 0,8% per almeno una mensilità.

Ecco il modello da presentare al datore di lavoro laddove richiesto.

Scarica il modulo

27
May

Convenzione Agos iscritti UIL FPL del Lario 2022

Si mette a disposizione dei nostri associati la convenzione stipulata con AGOS per il territorio di Como, Lecco e Monza

 

Referente commerciale COMO Fabio FotiCell. 335-7470810Mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Referente commerciale LECCO This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Caglio Cell. 348-9590465Mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Referente commerciale Monza Riccardo Brunori Cell. 348.5494332 This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

02
May

Anticipazione TFR/TFS Dipendenti pubblici

A Seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 5 settembre 2020 del DPCM del 19 agosto 2020 con il quale si approva definitivamente l’Accordo quadro tra i Ministeri competenti e l’ABI (associazione bancaria italiana) circa le modalità di accesso e funzionamento della richiesta di anticipazione del Trattamento di fine servizio/rapporto, a cui possono eventualmente accedere i dipendenti che cessano dall’impiego e che hanno maturato i requisiti pensionistici, vi riportiamo sinteticamente i contenuti del provvedimento.

Innanzitutto, l’importo dell’anticipazione è definito dall’art. 23 comma 5 del DL 28 gennaio 2019 n. 4, convertito con modificazioni dalla Legge 28 marzo 2019, n.26 per un importo massimo di € 45.000.  Trattasi di anticipazione erogata dalla banca aderente al protocollo, in cui il richiedente è il dipendente cessato della Pubblica Amministrazione e il debitore è l’Ente Pagatore (es.: Inps).

Il tasso di interesse è fisso ed è pari al rendimento titoli pubblici con durata analoga al finanziamento, maggiorato di uno 0,40%. 

La quota degli interessi, quindi, sarà calcolata per il tempo previsto per l’ordinaria liquidazione del trattamento di fine servizio/rapporto, oggi 12 o 24 mesi più eventuali altri 3. I tempi, invece, legati alla liquidazione di chi ha aderito alla cosiddetta quota 100, sono sicuramente più lunghi in quanto coincidono non già con la data di cessazione dal servizio ma con la data di maturazione del requisito ordinario per il pensionamento al quale bisogna aggiungere i mesi innanzi evidenziati. Per quanto riguarda i tempi necessari per l’erogazione dell’anticipo, 3 mesi e 15 giorni per la chiusura della pratica.

In definitiva, è possibile riassumere l’intera procedura nel seguente modo:

•          Domanda di certificazione del diritto: deve essere presentata dal richiedente all’ente erogatore. Per gli iscritti alle casse previdenziali INPS la domanda deve essere presentata secondo le modalità indicate nell’apposita sezione del sito INPS, tramite pin personale o presso patronato ITAL.  

•          Proposta di contratto di anticipo TFS/TFR: la proposta di contratto è predisposta dalla banca ed è debitamente sottoscritta dal richiedente.

•          Dichiarazione dello stato di famiglia: il richiedente ha l’obbligo di certificare lo stato di famiglia e, in caso di separazione o divorzio, deve indicare l’eventuale importo dell’assegno previsto per l’ex coniuge.

•          Dichiarazione conto corrente: il richiedente deve indicare il codice IBAN sul quale verrà versato l’anticipo ed esplicitare se il conto è cointestato oppure no.

 Vedi i link per la documentazione necessarie e le banche accreditate

Modulistica (lavoropubblico.gov.it)

Consulta l'elenco degli istituti di credito aderenti all'accordo quadro (lavoropubblico.gov.it)

Scarica Sintesi e Volantino

28
Apr

Convocazione III Congresso UIL FPL del Lario

Si informa che è convocato il 3° CONGRESSO territoriale che si svolgerà il giorno:
 
Giovedi 9 Giugno 2022
ore 09:00 presso sala convegni
IL CORAZZIERE - HOTEL & RISTORANTE 
Via Giuseppe Mazzini, 4, 22046, Merone, CO
 
In attesa di incontrarci, auguro buona giornata.
Registrati qui:
 

 

 
Il Segretario Generale
UIL FPL del Lario
Vincenzo Falanga
12
Apr

INDENNITA' VACANZA CONTRATTUALE - LE TABELLE SANITA' PUBBLICA E FUNZIONI LOCALI

La Legge 30 dicembre 2021, n. 234 (Legge di Bilancio 2022) al comma 609 dell’articolo 1, prevede che, nelle more della definizione dei contratti collettivi nazionali di lavoro e dei provvedimenti negoziali relativi al personale in regime di diritto pubblico per il triennio 2022-2024, si dà luogo, in deroga alle procedure previste dalle disposizioni vigenti in materia, all’erogazione dell’ anticipazione di cui all’articolo 47-bis, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e degli analoghi trattamenti previsti dai rispettivi ordinamenti, nella seguente misura mensile percentuale rispetto agli stipendi tabellari:

  • dal 1° aprile al 30 giugno 2022 0,30%
  • dal 1° luglio 2022 0,50%

Per assicurare l’omogenea applicazione della citata normativa, si comunicano le misure della predetta anticipazione (corrispondente sostanzialmente all’indennità di vacanza contrattuale prevista dal precedente ordinamento) dell’anno 2022 da corrispondere al personale appartenente al Pubblico Impiego:

LE TABELLE CON IVC CONGLOBATA SANITA' PUBBLICA

LE TABELLE CON IVC CONGLOBATA FUNZIONI LOCALI

11
Jan

Assegno unico 2022

Come noto il D.Lgs n. 230 del 21/12/2021, in attuazione della legge delega 1° aprile 2021 n. 46, ha introdotto l’istituzione dell’assegno unico e universale per i figli a carico con decorrenza 1° Gennaio 2022, sostituendo e modificando le attuali forme di sostegno al reddito per le famiglie, con la sola eccezione del bonus asilo nido. 

“L’Assegno è definito unico, poiché è finalizzato alla semplificazione e al contestuale potenziamento degli interventi diretti a sostenere la genitorialità e la natalità, e universale in quanto viene garantito in misura minima a tutte le famiglie con figli a carico, anche in assenza di ISEE o con ISEE superiore alla soglia di euro 40mila”.

L’INPS, con messaggio n. 4748 del 31/12/2021, ne ha rese note le caratteristiche, che illustriamo qui di seguito.

Nella fattispecie saranno annullate e sostituite le seguenti prestazioni:

•        Premio alla nascita – Bonus mamma domani

•        Bonus Bebè – Assegno di Natalità

•        Assegno nucleo famigliare ai lavoratori dipendenti 

Inoltre, saranno modificate le seguenti prestazioni:

•        Detrazioni per carichi di famiglia, dal 1° marzo 2022 si applicheranno esclusivamente per coniugi, altri famigliari a carico e per i figli di età superiore ai 21 anni.

La prestazione in oggetto è un beneficio economico attribuito, su base mensile, per il periodo compreso tra il mese di marzo di ciascun anno ed il mese di febbraio dell’anno successivo.  E’ riconosciuta in base alla condizione economica del nucleo famigliare mediante il modello ISEE.

Possono usufruire dell’assegno unico e universale per i figli a carico tutti i lavoratori dipendenti pubblici e privati, autonomi e liberi professionisti.

Il beneficio spetta per ogni figlio minorenne a carico e per ciascun figlio maggiorenne a carico fino al compimento dei 21 anni di età. Si ricorda che per figli a carico, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del citato decreto legislativo, si intendono quelli facenti parte del nucleo familiare indicato a fini ISEE. Per i figli con disabilità, spetta senza limiti di età.  

 

Per i figli maggiorenni fino ai 21 anni, in particolare, per potere beneficiare dell’assegno devono essere in possesso, al momento della presentazione della domanda, di uno dei seguenti requisiti:

1) frequenza di un corso di formazione scolastica o professionale ovvero di un corso di laurea;

2) svolgimento di un tirocinio ovvero di un’attività lavorativa e possesso di un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro annui;

3) registrazione come disoccupato e in cerca di lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego;

4) svolgimento del servizio civile universale.

In caso di disabilità del figlio a carico non sono previsti limiti d’età e la misura è concessa a prescindere da quanto previsto ai precedenti punti 1), 2), 3) e 4).

 

La domanda può essere presentata da uno dei genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale, a prescindere dalla convivenza con il figlio, dal figlio maggiorenne per sé stesso, da un affidatario o da un tutore nell’interesse esclusivo del minore affidato o tutelato. L’Assegno può essere erogato in misura intera al genitore richiedente o ripartito al 50% con l’altro genitore.  

Le domande possono essere presentate a partire dal 1° gennaio al 30 giugno 2022 con decorrenza dal mese di marzo, le domande presentate dal 1° luglio in poi decorreranno dal mese successivo a quello di presentazione. Per i mesi di gennaio e febbraio 2022 ai lavoratori che sono percettori di assegni al nucleo famigliare verranno attributi regolarmente, da marzo subentrerà “l’assegno unico”.

L’ISEE determinerà l’importo della prestazione. Nella dichiarazione andranno considerati anche i genitori non coniugati e non conviventi tra di loro. Potranno essere presentate due dichiarazioni ISEE distinte, purché il genitore non coniugato e/o non convivente, non facente parte del nucleo ove sono presenti i figli, venga inserito nella dichiarazione ISEE come “componente aggiuntiva”.  In assenza di dichiarazione ISEE oppure con ISEE pari o superiore a 40.000 euro la prestazione spettante viene calcolata con l’importo minimo previsto dal DLgs ovvero € 50 per i figli minori € 25 per i figli maggiorenni.

Essendo una prestazione non più riconosciuta in busta paga del lavoratore, l’erogazione potrà essere effettuata tramite codice iban o in contanti presso uno degli sportelli postali del territorio italiano. 

L’Assegno è compatibile sia con la fruizione di eventuali altre misure in denaro a favore dei figli a carico erogate dalle Regioni, Province autonome di Trento e di Bolzano e dagli enti locali, sia con il Reddito di Cittadinanza.

La domanda dell’assegno unico e universale per i figli a carico potrà essere presentata una volta sola per ogni gestione e deve indicare tutti i figli per i quali si richiede il beneficio, con la possibilità di aggiungere ulteriori figli per le nuove nascite che dovessero verificarsi nel corso dell’anno, fermo restando la necessità di aggiornare il modello ISEE.

Il modello ISEE potrà essere effettuato tramite SPID, CIE, CNS attraverso il sito INPS o nei CAF UIL di riferimento.

La richiesta di “assegno unico” potrà essere effettuato tramite SPID, CIE, CNS attraverso il sito INPS o nei patronati ITAL di riferimento.

Per eventuali chiarimenti in merito è possibile contattare lo sportello di Tutele e Previdenza all’indirizzo mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Fraterni saluti.

Scarica Volantino

Scarica Sintesi

Scarica Tabelle

Scarica Documenti necessari per DSU/ISEE

29
Dec

Tempi di vestizione : firmato accordo ASST Lecco

Oggi, mercoledì 29 dicembre 2021, CISL FP, UIL FPL DEL LARIO e NURSING UP hanno firmato pre intesa per il riconoscimento alle Lavoratrici e ai Lavoratori della ASST di Lecco dei tempi di vestizione/svestizione.

La pre-intesa prevede, con adesione volontaria da parte dei lavoratori, il riconoscimento economico di 7 minuti quale tempo di vestizione/vestizione per il periodo oggetto della prescrizione ordinaria di 5 anni dalla data del 29.12.2021.

Il personale che intende aderire all'intesa dovrà comunicare entro il 30 aprile 2022 la propria manifestazione di interesse ai contenuti dell'accordo e procedere alla conciliazione in sede protetta, assistito dall'organizzazione sindacale di riferimento.

Le modalità di adesione all'intesa verranno comunicate direttamente dalla ASST Lecco.

Per i dipendenti che aderiranno alla conciliazione è previsto il pagamento della spettanze dovute con la mensilità di Giugno 2022.

Con questa firma CISL FP, UIL FPL DEL LARIO E NURSING UP, di fatto, riconoscono ai Lavoratori della ASST un ulteriore beneficio economico che non grava su fondi aziendali ma direttamente sui capitoli di bilancio della ASST Lecco per un ammontare complessivo di circa 2 milioni di €.

Ancora una volta diamo un possibilità a tutti gli aventi diritto al pagamento dei tempi di vestizione, mettendo la firma su un accordo che se ulteriormente prorogato avrebbe di fatto danneggiato il personale.

Il nostro impegno sempre quello di operare e contrattare con il solo fine di portare beneficio ai lavoratori.

Scarica Pre intesa

18
Nov

Preparazione al concorso ASST Lecco - Amministrativi

ASST LECCO

Concorso pubblico per titoli, prova scritta e prova orale per il conferimento di n. 3 incarichi a tempo indeterminato in qualità di Assistente Amministrativo - Cat. C.  SCADENZA: _16/12/2021 - Scarica il Bando

PREPARATI CON IL NOSTRO CORSO DI PREPARAZIONE

Programma:

I° Giornata 27 Novembre 2021 ore  09.00  - 13.00

Area legislativo-istituzionale: norme e codici che regolano l'esercizio della professione, contabilità amministrativa ed economica

Test di simulazione sugli argomenti

 

II° Giornata 04 dicembre 2021  ore  09.00  - 13.00

Diritto Amministrativo, Privacy, Accesso agli atti, Trasparenza e Anticorruzione.

Test di simulazione sugli argomenti

 

III° Giornata 11 dicembre 2021  ore  09.00  - 13.00

Riforma del Servizio Sanitario Regionale. Il Contratto Collettivo nazionale di lavoro, norme comportamentali codici di disciplina.

Test di simulazione sugli argomenti

 

Svolgimento del Corso: Il Corso di preparazione si svolge modalità webinar tramite la piattaforma Cisco e al raggiungimento minimo di 30 partecipanti

Costi:

La partecipazione al corso per gli Iscritti alla UIL FPL è Gratuita (richiedendo il codice sconto al proprio rappresentante)

Per i non iscritti la quota è di euro 50,00 -  Scarica il programma 

L’iscrizione è obbligatoria e va effettuata sul sito:

 

WWW.ECMBOX.IT

27
Sep

Sciopero Fondazione Cà D'industria di Como

 

Nel ringraziare le lavoratrici e i lavoratori che hanno partecipato alla manifestazione, pubblichiamo le immagini dello sciopero.

+39 031.273295
lario@uilfpl.it
Via Torriani n. 27 - 2100 - Como
Close