IL TRIBUNALE DI MILANO RIGETTA IL RICORSO PER LA TASSA OPI

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Learn more

I understand
TRATTAMENTO DATI PERSONALI   GDPR 679/2016 - – Per quanto concerne il trattamento dei dati personali il sottoscritto dichiara:

  • di conoscere lo Statuto UIL FPL, di accettarlo integralmente e rispettare i singoli articoli in ogni punto.
  • di conoscere le polizze assicurative con le specifiche condizioni, presenti sul sito www.uilfpl.it
  • di aver preso visione della informativa sulla Privacy fornita presente sul sito www.uilfpl.it.
  • di fornire il consenso al trattamento dei dati personali da parte del Sindacato ai sensi dell’ex art 13 D.Lgs n.196/2003 e del GDPR 679/2016 per il conseguimento e la realizzazione delle attività istituzionali ai fini degli adempimenti degli obblighi contrattuali, assicurativi, legali e fiscali di cui alle norme in vigore.
  • di concedere il consenso all’uso dei dati personali al sindacato ai sensi dell’ex art 13 D.Lgs n.196/2003 e del GDPR 679/2016 per la realizzazione di iniziative di profilazione e di comunicazione diretta (tramite mail, messaggistica, posta ordinaria, newsletter, ecc.) per il conseguimento e la realizzazione delle finalità istituzionali del Sindacato.
Tuesday, 19 November 2019 14:42

IL TRIBUNALE DI MILANO RIGETTA IL RICORSO PER LA TASSA OPI

Gentili Colleghi,

Vi portiamo a conoscenza che il Tribunale di Milano con sentenza del 15.11.2019 ha rigettato il ricorso dei Tecnici della Prevenzione che rivendicavano nei confronti di ATS Milano il rimborso  della tassa di iscrizione all’Albo Professionale versata per l’anno 2018.

Tra le motivazioni oggetto del rigetto il Giudice del Tribunale di Milano rileva che " Nessun rilievo possono invece assumere le pronunce invocate in ricorso, in quanto relative alla diversa posizione degli avvocati pubblici dipendenti, effettivamente legati da esclusivita’ di rapporto con l’amministrazione. Infatti l’avvocato dipendente di ente pubblico e’ iscritto ad un albo speciale e distinto rispetto a quello dei patrocinatori privati e, quindi, l’esigenza di iscrizione consegue, inevitabilmente ed imprescindibilmente, alla nascita del rapporto di pubblico impiego ed e’ strettamente connessa ad essa. Si aggiunga che l’avvocato pubblico dipendente non puo’ svolgere la libera professione e non puo’ iscriversi al relativo albo professionale"

Scarica la sentenza
+39 031.273295
lario@uilfpl.it
Via Torriani n. 27 - 2100 - Como
Close