Assegno unico 2022

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Learn more

I understand
TRATTAMENTO DATI PERSONALI   GDPR 679/2016 - – Per quanto concerne il trattamento dei dati personali il sottoscritto dichiara:

  • di conoscere lo Statuto UIL FPL, di accettarlo integralmente e rispettare i singoli articoli in ogni punto.
  • di conoscere le polizze assicurative con le specifiche condizioni, presenti sul sito www.uilfpl.it
  • di aver preso visione della informativa sulla Privacy fornita presente sul sito www.uilfpl.it.
  • di fornire il consenso al trattamento dei dati personali da parte del Sindacato ai sensi dell’ex art 13 D.Lgs n.196/2003 e del GDPR 679/2016 per il conseguimento e la realizzazione delle attività istituzionali ai fini degli adempimenti degli obblighi contrattuali, assicurativi, legali e fiscali di cui alle norme in vigore.
  • di concedere il consenso all’uso dei dati personali al sindacato ai sensi dell’ex art 13 D.Lgs n.196/2003 e del GDPR 679/2016 per la realizzazione di iniziative di profilazione e di comunicazione diretta (tramite mail, messaggistica, posta ordinaria, newsletter, ecc.) per il conseguimento e la realizzazione delle finalità istituzionali del Sindacato.
Tuesday, 11 January 2022 15:41

Assegno unico 2022

Come noto il D.Lgs n. 230 del 21/12/2021, in attuazione della legge delega 1° aprile 2021 n. 46, ha introdotto l’istituzione dell’assegno unico e universale per i figli a carico con decorrenza 1° Gennaio 2022, sostituendo e modificando le attuali forme di sostegno al reddito per le famiglie, con la sola eccezione del bonus asilo nido. 

“L’Assegno è definito unico, poiché è finalizzato alla semplificazione e al contestuale potenziamento degli interventi diretti a sostenere la genitorialità e la natalità, e universale in quanto viene garantito in misura minima a tutte le famiglie con figli a carico, anche in assenza di ISEE o con ISEE superiore alla soglia di euro 40mila”.

L’INPS, con messaggio n. 4748 del 31/12/2021, ne ha rese note le caratteristiche, che illustriamo qui di seguito.

Nella fattispecie saranno annullate e sostituite le seguenti prestazioni:

•        Premio alla nascita – Bonus mamma domani

•        Bonus Bebè – Assegno di Natalità

•        Assegno nucleo famigliare ai lavoratori dipendenti 

Inoltre, saranno modificate le seguenti prestazioni:

•        Detrazioni per carichi di famiglia, dal 1° marzo 2022 si applicheranno esclusivamente per coniugi, altri famigliari a carico e per i figli di età superiore ai 21 anni.

La prestazione in oggetto è un beneficio economico attribuito, su base mensile, per il periodo compreso tra il mese di marzo di ciascun anno ed il mese di febbraio dell’anno successivo.  E’ riconosciuta in base alla condizione economica del nucleo famigliare mediante il modello ISEE.

Possono usufruire dell’assegno unico e universale per i figli a carico tutti i lavoratori dipendenti pubblici e privati, autonomi e liberi professionisti.

Il beneficio spetta per ogni figlio minorenne a carico e per ciascun figlio maggiorenne a carico fino al compimento dei 21 anni di età. Si ricorda che per figli a carico, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del citato decreto legislativo, si intendono quelli facenti parte del nucleo familiare indicato a fini ISEE. Per i figli con disabilità, spetta senza limiti di età.  

 

Per i figli maggiorenni fino ai 21 anni, in particolare, per potere beneficiare dell’assegno devono essere in possesso, al momento della presentazione della domanda, di uno dei seguenti requisiti:

1) frequenza di un corso di formazione scolastica o professionale ovvero di un corso di laurea;

2) svolgimento di un tirocinio ovvero di un’attività lavorativa e possesso di un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro annui;

3) registrazione come disoccupato e in cerca di lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego;

4) svolgimento del servizio civile universale.

In caso di disabilità del figlio a carico non sono previsti limiti d’età e la misura è concessa a prescindere da quanto previsto ai precedenti punti 1), 2), 3) e 4).

 

La domanda può essere presentata da uno dei genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale, a prescindere dalla convivenza con il figlio, dal figlio maggiorenne per sé stesso, da un affidatario o da un tutore nell’interesse esclusivo del minore affidato o tutelato. L’Assegno può essere erogato in misura intera al genitore richiedente o ripartito al 50% con l’altro genitore.  

Le domande possono essere presentate a partire dal 1° gennaio al 30 giugno 2022 con decorrenza dal mese di marzo, le domande presentate dal 1° luglio in poi decorreranno dal mese successivo a quello di presentazione. Per i mesi di gennaio e febbraio 2022 ai lavoratori che sono percettori di assegni al nucleo famigliare verranno attributi regolarmente, da marzo subentrerà “l’assegno unico”.

L’ISEE determinerà l’importo della prestazione. Nella dichiarazione andranno considerati anche i genitori non coniugati e non conviventi tra di loro. Potranno essere presentate due dichiarazioni ISEE distinte, purché il genitore non coniugato e/o non convivente, non facente parte del nucleo ove sono presenti i figli, venga inserito nella dichiarazione ISEE come “componente aggiuntiva”.  In assenza di dichiarazione ISEE oppure con ISEE pari o superiore a 40.000 euro la prestazione spettante viene calcolata con l’importo minimo previsto dal DLgs ovvero € 50 per i figli minori € 25 per i figli maggiorenni.

Essendo una prestazione non più riconosciuta in busta paga del lavoratore, l’erogazione potrà essere effettuata tramite codice iban o in contanti presso uno degli sportelli postali del territorio italiano. 

L’Assegno è compatibile sia con la fruizione di eventuali altre misure in denaro a favore dei figli a carico erogate dalle Regioni, Province autonome di Trento e di Bolzano e dagli enti locali, sia con il Reddito di Cittadinanza.

La domanda dell’assegno unico e universale per i figli a carico potrà essere presentata una volta sola per ogni gestione e deve indicare tutti i figli per i quali si richiede il beneficio, con la possibilità di aggiungere ulteriori figli per le nuove nascite che dovessero verificarsi nel corso dell’anno, fermo restando la necessità di aggiornare il modello ISEE.

Il modello ISEE potrà essere effettuato tramite SPID, CIE, CNS attraverso il sito INPS o nei CAF UIL di riferimento.

La richiesta di “assegno unico” potrà essere effettuato tramite SPID, CIE, CNS attraverso il sito INPS o nei patronati ITAL di riferimento.

Per eventuali chiarimenti in merito è possibile contattare lo sportello di Tutele e Previdenza all’indirizzo mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Fraterni saluti.

Scarica Volantino

Scarica Sintesi

Scarica Tabelle

Scarica Documenti necessari per DSU/ISEE

Media

+39 031.273295
lario@uilfpl.it
Via Torriani n. 27 - 2100 - Como
Close