POLA: PROROGA DEL TERMINE AL 20 APRILE 2021

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili per migliorare la vostra esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Learn more

I understand
TRATTAMENTO DATI PERSONALI   GDPR 679/2016 - – Per quanto concerne il trattamento dei dati personali il sottoscritto dichiara:

  • di conoscere lo Statuto UIL FPL, di accettarlo integralmente e rispettare i singoli articoli in ogni punto.
  • di conoscere le polizze assicurative con le specifiche condizioni, presenti sul sito www.uilfpl.it
  • di aver preso visione della informativa sulla Privacy fornita presente sul sito www.uilfpl.it.
  • di fornire il consenso al trattamento dei dati personali da parte del Sindacato ai sensi dell’ex art 13 D.Lgs n.196/2003 e del GDPR 679/2016 per il conseguimento e la realizzazione delle attività istituzionali ai fini degli adempimenti degli obblighi contrattuali, assicurativi, legali e fiscali di cui alle norme in vigore.
  • di concedere il consenso all’uso dei dati personali al sindacato ai sensi dell’ex art 13 D.Lgs n.196/2003 e del GDPR 679/2016 per la realizzazione di iniziative di profilazione e di comunicazione diretta (tramite mail, messaggistica, posta ordinaria, newsletter, ecc.) per il conseguimento e la realizzazione delle finalità istituzionali del Sindacato.
Tuesday, 26 January 2021 13:17

POLA: PROROGA DEL TERMINE AL 20 APRILE 2021

PROROGA DEL TERMINE “POLA”

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FINO AL 20 APRILE2021

Pervengono diverse richieste di chiarimento in merito alla gestione del POLA in rifermento alla proroga dello stato di emergenza al 30 aprile 2021.

A parere di chi scrive, in conseguenza della proroga dell’approvazione dei bilanci di previsione degli Enti Locali al 31 marzo 2021 e della conseguente posticipazione al 20 aprile 2021 della redazione del piano della “performance” anche il Pola, facente parte degli strumenti correlati in approvazione, viene consequenzialmente differito.

Si ricorda che il POLA rappresenta uno strumento di programmazione del lavoro agile (da adottarsi ad emergenza conclusa), da approvarsi con l’adozione dei piani della performance degli Enti Locali e lo stesso non è un provvedimento “obbligatorio, pertanto, nulla vieta che si proceda comunque all’adozione entro il 31 gennaio 2021. In conseguenza della mancata adozione la sola sanzione prevista dal “legislatore” è l’applicazione dello smart working ad almeno il 30% del personale che richieda il lavoro agile.

Fino al termine dello stato di emergenza occorre attenersi all’articolo 87, comma 1, del d.l. 18/2020, convertito in legge 27/2020, che dispone: “Fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-2019, ovvero fino ad una data antecedente stabilita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione, il lavoro agile è una delle modalità ordinarie di svolgimento della prestazione lavorativa nelle pubbliche amministrazioni…” da applicarsi congruentemente con le misure di contenimento del contagio (colori delle Regioni) identificate dai DPCM in vigore.

Considerata la complessità interpretativa e gestionale dell’istituto in commento, si rimane a disposizione per ogni chiarimento.

Fraterni Saluti

Scarica la nota

       Il Segretario Generale della UIL FPL del Lario

              Vincenzo Falanga

                                                                                                   

 

Media

+39 031.273295
lario@uilfpl.it
Via Torriani n. 27 - 2100 - Como
Close