Per l’accesso al lavoro in ospedali, aziende sanitarie e in genere strutture pubbliche è necessario affrontare un concorso. Ogni concorso viene bandito per un numero definito di posti, ma prevede anche una graduatoria finale di idonei non vincitori che resta in vigore in genere per tre anni, con possibilità di ulteriore proroga.

La graduatoria viene utilizzata per effettuare assunzioni di personale infermieristico in tutto il periodo di validità legale, in base al fabbisogno dell’azienda che ha bandito il concorso. Spesso le graduatorie degli idonei vengono utilizzate anche da altri enti o amministrazioni pubbliche, se precisato nel bando.

In che cosa consistono i concorsi per infermieri nelle aziende pubbliche?

Lo spiega il DPR 200/2001 “Regolamento recante disciplina concorsuale del personale non dirigenziale del Servizio Sanitario Nazionale” all’articolo 43.

1.Le prove di esame per i profili della categoria “D” sono articolate in una prova scritta, in una prova pratica ed in una prova orale.

2.I bandi di concorso stabiliscono l’oggetto delle singole prove prevedendo che la prova scritta possa consistere anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica, che la prova pratica consista nell’esecuzione di tecniche specifiche o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta e che la prova orale comprenda, oltre che elementi di informatica, anche la verifica della conoscenza almeno a livello iniziale di una lingua straniera scelta tra quelle indicate nel bando di concorso.

La nostra proposta consiste in questionari e quiz a scelta multipla (domande concorsi ufficiali), guidano gli allievi in un graduale apprendimento delle materie previste dal bando.

Batterie di quiz interattivi divisi per discipline permettono di esercitarsi grazie ad un software che randomizza le domande e analizza i risultati del test.

Inoltre, saranno successivamente disponibili videolezioni realizzate in collaborazione con il Centro di Formazione l’Ateneo, che spiegheranno in maniera piu’ ampia le metodologie per un approccio proficuo alle prove psico-attitudinali.

Il corso è organizzato da docenti con una lunga esperienza nell’alta formazione infermieristica.

Il corso, aperto agli infermieri di tutta Italia, è proposto nella versione FAD (Formazione a Distanza).

Il corso F.A.D. è erogato attraverso una piattaforma informatica semplicissima da utilizzare. E’ sufficiente avere una connessione Adsl ad Internet.

Clicca qui e visualizza la piattaforma!

 

 
 
Giovedì, 09 Maggio 2019 13:23

Rar 2019 - firmata pre intesa per il Comparto Sanità

Written by

Sottoscritto in Regione Lombardia l’accordo

R.A.R. 2019 per il Personale comparto Sanità

Nell'incontro in Regione Lombardia del 9.5.2019 relativo alle RAR 2019 del Comparto, abbiamo raggiunto intesa e sottoscritto accordo confermando le quote economiche del 2018. Sono altresì stati divisi i "progetti" tra Comparto e Dirigenza per impedire che eventuali criticità siano attribuibili a mancati raggiungimento degli obiettivi del personale dipendente.

Entro il mese di ottobre 2019 verrà erogato l’acconto pari al 50% della quota complessiva annua RAR ( uguale a quella del 2018) e l’ulteriore 50% a saldo entro il mese di aprile 2020, in base alla percentuale raggiungimento obiettivi.

Punto 1) Le quote pro-capite per tutti i dipendenti sono le seguenti:

CATEGORIA

QUOTA ANNUA 2019

QUOTA DI ANTICIPO A ottobre 2019

SALDO APRILE 2020

D/DS

€ 725

€ 362.50

€ 362.50

C

€ 670

€ 335

€ 335

B/BS

€ 581

€ 290.50

€ 290.50

A

€ 540

€ 270

€ 270

Punto 2) Emergenza infermieristica

 

Al Personale infermieristico (infermiere; infermiere pediatrico; assistente sanitaria; ostetrica) operante su 3 turni articolati sulle 24h è riconosciuta un’ulteriore quota annua, in aggiunta a quanto previsto dal il punto 1, pari a euro 227,00.

Allo stesso Personale non operante in turni articolati sulle 24h, è riconosciuta un’ulteriore quota annua, in aggiunta a quanto previsto dal il punto 1, pari ad euro 100,00.

 

Punto 3) Personale Turnista

 

Al personale operante su 3 turni articolati sulle 24h è riconosciuta una quota annua, in aggiunta a quella prevista dal punto 1, pari a euro 227,00. Tale quota non è cumulabile con quella prevista al punto 2.

 

Scarica il volantino

 

   Il Segretario Generale della UIL FPL del Lario

                       Vincenzo Falanga

Mercoledì, 13 Marzo 2019 11:46

Sportello 730/2019 ASST Lariana

Written by

Come di consueto viene predisposto apposito sportello sindacale per la lavorazione delle pratiche 730_2019 riservato ai nostri iscritti della ASST Lariana, si ricorda di prendere appuntamento con le modalità indicate nel volantino specificando dove verrà lavorata la pratica.

Grazie per la collaborazione

SEGRETERIA UIL FPL DEL LARIO

ASST - Lariana San Fermo scarica volantino

ASST - Lariana Cantù  scarica volantino

ASST - Lariana Via Napoleona scarica volantino

ASST - Lariana Menaggio scarica volantino

 

Le OO.SS. e la RSU constatano che dal mese di Marzo 2018, e non fa eccezione l’ultimo incontro del 16 novembre u.s., nulla o quasi è stato affrontato o risolto dalla Direzione Strategica alle molteplici tematiche più volte evidenziate.

Le Lavoratrici e i Lavoratori della ASST Lariana di Como, attendono risposte e soluzioni oramai storicizzate che fanno parte della consuetudine Lariana.

Alle nostre rivendicazioni come si è cercato di risolvere i problemi?

Così:

  • Esternalizzazione del Personale OSS Medicina 1, Radiologia PS, trasporti interni;
  • Esternalizzazione sale Blocco Operatorio, e Recovery Room;
  • Mancato concorso OSS da tre anni;
  • Trasferimenti di Personale da Cantù a San Fermo, dall’oggi al domani per la grave carenza organica;
  • Mancato riconoscimento ai sensi di Legge nr. Paziente/Infermiere in Dialisi;
  • Sospensione della fruizione “a ore” per i possessori della Legge 104/92;
  • Posticipazione di due mesi del pagamento delle attività aggiuntive;
  • Sospensione dei permessi sulla fruizione della “malattia programmata”;
  • Disapplicazione dell’accordo sindacale per il riconoscimento delle progressioni economiche orizzontali per il Personale;
  • Ritardi nell’avvio dei tavoli tecnici e sospensioni del tavolo tecnico già in essere del blocco operatorio in risposta alle problematiche organizzative attuali;
  • Mancato riconoscimento delle ore di malattia sul turno programmato di sabato.

Però di contro la Direzione bada bene ad indire per “pochi intimi”, l’indizione a tempo indeterminato   di  concorsi ad hoc per dirigenti amministrativi!

Queste sono alcune delle criticità più volte lamentate ai tavoli istituzionali, rimane a tutt’oggi molta delusione se pensiamo che questa Azienda gestisce oltre 2600 Dipendenti.

A nulla sono valse le nostre richieste, come il rispetto della sicurezza per i Cittadini e i Lavoratori.

La rigidità più volte evidenziata alla Direzione ad opera degli uffici giuridici sta di fatto creando una “diaspora” del Personale sia sanitario sia Medico. 

Infatti, stiamo pagando la formazione alla vicina Svizzera e al Privato convenzionato dei nostri Professionisti.  Chi la paga tutta questa perdita di know how?

Se, il datore di lavoro non migliora le condizioni lavorative dei propri Operatori come pretende di essere competitivo sul territorio provinciale?

Purtroppo, le mancanze di questa organizzazione interna così com’è non tiene più

Le Lavoratrici e i Lavoratori della ASST Lariana di Como dicono basta.

È ora di cambiare rotta! Non ci sono politiche di assunzione, solo atti per scongiurare le emergenze. Ma quando investirete più sulla valorizzazione degli Uomini e le Donne della nostra Azienda?

La RSU e le OO.SS. al fine di risolvere le criticità inevase e oramai “stabilizzate” da questa Direzione, rappresenteranno dinanzi a Sua Eccellenza il Prefetto di Como le preoccupazioni e le carenze organizzative della ASST Lariana.

Nel frattempo, organizzeremo assemblee generali su tutti i presidi e il territorio allo scopo di procedere alla dichiarazione dello sciopero generale.

Vogliamo rispetto e pretendiamo rispetto per chi, giorno dopo giorno con l’altissimo senso del dovere si adopera con la propria professionalità all’assistenza della Cittadinanza comasca! 

Scarica il verbale di conciliazione

 

Martedì, 20 Novembre 2018 16:43

Stato di Agitazione alla ASST Lariana

Written by

Oggetto: dell’attivazione della procedura di raffreddamento e conciliazione previsti dalla legge n. 146/1990 e s.m.i.,

            Ill.mo Sig. Prefetto,

La Scrivente Rsu congiuntamente alle OO.SS. di CGIL FP – CISL FP – UIL FPL, NURSING UP, FSI, FSI – USAE, Nursind di Como, procede all’attivazione della procedura di cui all’oggetto, le motivazioni che ci portano all’attivazione di quanto sopra indicato, sono in riferimento a quanto riportato nel comunicato stampa che si allega alla presente.

Ulteriori motivi a supporto della nostra richiesta saranno comunque forniti nel corso della convocazione delle parti.

Con l’occasione si porgono Distinti Saluti.

 

Comunicato Stampa

                              

                                                                                                                   Il Coordinatore RSU    Massimo Coppia

 

 

Martedì, 17 Luglio 2018 15:25

Risorse Aggiuntive Regionali - sottoscritta intesa

Written by

Sottoscritta intesa regionale con relative risorse collegate ad obiettivi 2018.

 

Si è tenuto in data 17 Luglio u.s. l'incontro tra le OO.SS. regionali e la delegazione di Regione Lombardia in merito alle Risorse aggiuntive Regionali 2018.

Siamo coscienti che in una prima lettura si noti una decurtazione delle quote rispetto all'anno 2017, ma considerato sia il contesto regionale che quello nazionale, abbiamo garantito anche per il 2018 un 'istituto economico che Regione lombardia vorrebbe abolire, il quale secondo noi, è il giusto riconoscimento ai lavoratori della lombardia per l'mpegno profuso nel mantenimento della qualità sanitaria Lombarda che ci caratterizza nei confronti di altre Regioni.

Il crono programma prevede quanto segue:

Entro il 15 Settembre 2018 le aziende provvederanno alla predisposizione dei progetti e al relativo confronto con le Organizzzioni Sindacali Territoriali.

  • ACCONTO - Erogazione di una quota pari al 60% dell'importo dovuto entro il mese di Ottobre 2018 
  • SALDO - Erogazione del saldo pari al restante 40 % dell'importo dovuto entro il mesee di Aprile 2019

Inoltre, oltre alle quote annuali concordate sono altresì previste :

  • una quota pari a euro 227,00 per il personale turnista sulle 24 H (infermieri e altri)
  • una quota pari a euro 100,00 per il personale infermieristico operante su turno centrale e doppio turno (Infermiere - infermiere pediatrico - assistente sanitario - ostetrica)

CATEGORIA

QUOTA ANNUA

ENTRO OTTOBRE 2018

SALDO APRILE 2019

D/ DS

€ 725

€ 435

€ 290

C

€ 670

€ 402

€ 268

B /BS

€ 581

€ 349

€ 232

A

€ 540

€ 324

€ 216

 

Scarica l'intesa

Scarica volantino regionale

 

#nonlasciatecisoli è l'hastag lanciato dalla Rsu della ASST Lariana affinchè le istituzioni locali e regionali prendano in carico il fenomeno delle aggressioni in corsia.

Fenomeno che nell'ultimo periodo ha preso molto piede soprattutto nei pronto soccorso e che ha prodotto notevoli disagi, al al minuto 19.55 intervista al coordinatore della RSU ASST Lariana Massimo Coppia e la nostra posizione a riguardo.

http://www.radio24.ilsole24ore.com/player/riascolta/2018-06-27/melog/gSLAED0xiC 

 

RSU

AZIENDA SOCIO SANITARIA TERRITORIALE LARIANA-COMO                                              

#nonlasciatecisoli

Egr. Governatore Regione Lombardia Dott. Fontana e Egr. Assessore al Welfare Dott. Gallera, questa RSU esprime la preoccupazione per gli atti aggressivi al Personale Sanitario in servizio presso i luoghi di lavoro della ASST Lariana e della Regione Lombardia. #nonlasciatecisoli, lancia l’allarme per gli eccessivi atti aggressivi contro di Noi, troppa violenza durante la nostra attività lavorativa, con la presente diciamo basta! La Regione Lombardia intervenga immediatamente e che intervengano gli organi preposti alla sicurezza degli ambienti ospedalieri!!

Con il presente comunicato la scrivente RSU vuole denunciare la mancanza di un’adeguata sicurezza negli ambienti di lavoro della ASST Lariana a seguito di ripetuti atti di violenza nei confronti dei lavoratori.

La situazione, in particolar modo in Pronto Soccorso, ha raggiunto un livello tale da vederci costretti a reclamare a gran voce una maggiore attenzione da parte delle istituzioni. Minacce, aggressioni fisiche e verbali, danneggiamenti, non sono più eventi straordinari, ma fanno ormai parte della quotidianità lavorativa ed è evidente come tutto ciò sottragga tempo e risorse che dovrebbero essere impegnate nella cura e nell’assistenza degli utenti.

Una situazione altrettanto allarmante si manifesta nei reparti di SPDC chiamati a sopperire la cronica mancanza di posti nelle REMS, accogliendo pazienti degli ex Ospedali Psichiatrici giudiziari. E’ inaccettabile che il Personale sanitario di un reparto ospedaliero e perfino di una Residenza Diurna prenda in carico tipologie di pazienti per i quali dovrebbe essere prevista quantomeno una formazione preventiva più specifica in termini di modalità di relazione e di presa in carico nonché un contesto di cura adeguato.

Inoltre, nulla è stato posto in essere sul territorio, in maniera concreta, per poter sgravare i pronto soccorso da accessi impropri che determinano gli affollamenti, i lunghi tempi di risposta ed il conseguente aumento del nervosismo che può sfociare in atteggiamenti violenti. Nonostante il problema sia noto e la legislazione lo permetta non sono state attuate modalità organizzative alternative per risolvere tali criticità. (PreSST e POT previsti in Lombardia ma non ancora presenti nel nostro territorio).

A tale proposito non hanno sicuramente aiutato i continui tagli, vincoli di bilancio e Riforme Sanitarie Regionali a costo zero che, nel corso degli anni hanno impedito un corretto e funzionale adeguamento del Personale alle nuove esigenze sanitarie in continua evoluzione rendendo ancora più difficile e conflittuale il rapporto con l’utenza.

 

#nonlasciatecisoli può sembrare l’ennesimo slogan ma lo si vuole declinare come precisa richiesta d’aiuto da parte di chi continua ad assicurare puntuale e costante professionalità, cercando di offrire il miglior servizio sanitario possibile e che semplicemente vorrebbe vedere garantito il diritto a lavorare in un luogo sicuro e vedere tutelata la propria incolumità.

Con la presente si fa istanza alle SS.VV. per l’attivazione di un tavolo regionale sulla sicurezza, per l’attivazione di un tavolo tecnico della sicurezza regionale. Sblocco del turn over personale sanitario-tecnico, per la garanzia della sicurezza dei lavoratori e dei cittadini. 

La petizione nasce dal fatto che chi scrive abbia la possibilità di partecipare e portare il proprio contributo, ossia quello delle Lavoratrici e dei Lavoratori della ASST Lariana di Como.

 

Scarica la Petizione

 

Martedì, 03 Aprile 2018 10:08

Sportello 730/2018 ASST Lariana

Written by

Come di consueto viene predisposto apposito sportello sindacale per la lavorazione delle pratiche 730_2018 riservato ai nostri iscritti della ASST Lariana, si ricorda di prendere appuntamento con le modalità indicate nel volantino specificando dove verrà lavorata la pratica.

Grazie per la collaborazione

SEGRETERIA UIL FPL DEL LARIO

ASST - Lariana San Fermo scarica il volantino

ASST - Lariana Cantù  scarica il volantino

Mercoledì, 14 Febbraio 2018 22:04

COMUNICATO SINDACALE

Written by

Le categorie del pubblico impiego di CGIL, CISL e UIL e la rappresentanza sindacale unitaria del comune di Como , a seguito degli esiti negativi dell’incontro del 12 febbraio con il comune di Como, comunicano l’apertura dello STATO DI AGITAZIONE del personale della Ristorazione Scolastica.

Martedì, 28 Novembre 2017 18:33

Appalti, incentivi fuori dal “tetto”

Written by

"Incentivi per le funzioni tecniche negli appalti fuori dal tetto di spesa del salario accessorio. La Corte dei conti, sezione regionale di controllo per l'Umbria, con la deliberazione 5 febbraio 2018, n. 14, analizza