Venerdì, 24 Maggio 2019 16:06

Incontro in Prefettura del 24 Maggio 2019 - Comunicato

COMUNICATO

In data odierna abbiamo riportato sul tavolo del Prefetto di Como la situazione in cui versa il Comune di Campione e sua comunità, di conseguenza, abbiamo ritenuto di rappresentare nella sua interezza la difficoltà di questi mesi, che a causa delle mancate risposte, sta assumendo le fattezze di “disperazione”.

A questo proposito e per tutti i problemi che da tempo sono a conoscenza delle Istituzioni abbiamo richiesto l'apertura di un urgente tavolo istituzionale/interministeriale dove ci si possa confrontare per approntare le soluzioni atte a calmierare in primo luogo la grave crisi finanziaria dell'Ente ma soprattutto per analizzare, senza pregiudizio, le reali esigenze del Comune di Campione d'Italia (anche in vista della possibile riapertura della casa da Gioco) e i servizi alla collettività da esso erogati in un contesto socio-economico senza dubbio particolare.

Consci delle difficoltà oggettive dell’emergenza in corso, siamo convinti che la Politica e le Istituzioni tutte non possono demandare la risoluzione dei problemi della comunità campionese alle aule dei Tribunali ma si debba, con senso di responsabilità intervenire affinché si possano dare risposte chiare ai cittadini e al territorio.

Non possiamo abbandonare un contesto come quello Campionese poiché oltre a tutto ciò che è stato abbondantemente riferito sino a questo momento, trattandosi di Exclave, le ripercussioni non versano solo in territorio italiano ma principalmente in Svizzera, con relativi contraccolpi su un ambito prettamente estero.

In aggiunta al tavolo dell’emergenza abbiamo approfittato della presenza del Commissario dott. Zanzi per sollecitare interventi di natura tecnica e normativa per le peculiarità di Campione affinchè si possa in qualche modo riconoscere le retribuzioni ai lavoratori e si prenda atto che, il rapporto popolazione/dipendenti in applicazione della normativa del dissesto, non può essere applicato in maniera adeguata per il mantenimento dei servizi sul territorio.

Tra gli aspetti di considerazione che sono stati posti al Prefetto dott. Coccia vi è la necessità di considerare il Comune di Campione alla stregua dei comuni colpiti da “calamità” e per questo abbiamo proposto la sospensione dei versamenti tributari e mutui, poiché a causa del mancato versamento degli stipendi è impossibile poter far fronte, ad esempio, agli innalzamenti di aliquote tributarie come “la TARI”.

Dare risposte all’emergenza in corso è un atto dovuto e di serietà di tutti e pertanto occorre con immediatezza mettere in atto quanto necessario al fine di rilanciare il lavoro, i servizi e la comunità campionese.

Como, 24 Maggio 2019

Scarica il comunicato