PROGETTI OPES FORMAZIONE - FORMAZIONE UNIVERSITARIA 2019_2020

Luglio 29, 2019

O.P.E.S. Formazione è una associazione senza scopo di lucro, che svolge la sua attività nell’amb...

ASSICURAZIONI UIL FPL 2019

Aprile 11, 2019

Vi informiamo che in allegato trovate, le SLIDE create da AON inerenti i prodotti assicurativi : Rc ...

ALTRE CONVENZIONI SUL SITO UIL DEL LARIO

Aprile 08, 2019

  SUL SITO DELLA UIL DEL LARIO SONO DISPONIBILI LE CONVENZIONI ELABORATE DALLA UIL CONFEDERALE ...

Convenzione Studio Legale

Marzo 26, 2019

  Al fine di supportare i nostri associati anche in tematiche diverse dai contesti lavorativi, ...

Tariffe per gli iscritti UIL FPL del Lario - 730/2019

Marzo 11, 2019

Anche per quest'anno vengono garantite pratiche gratuite e agevolate per i nostri associati al momen...

CONVENZIONE - DOTT. S. Barca - Pediatra

Novembre 30, 2018

CONVENZIONE TRA Il sindacato U.I.L. F.P.L.  del Lario , con sede in Como, via Torriani n. 27/29...

Banco di Desio e della Brianza - Convenzione per i nostri associati

Novembre 27, 2018

Vedi i contenuti della convenzione :   Cessione del quinto offerte su conti correnti Rinegoziaz...

Convenzione 2018/19 con Piscina Olimpica di Como Centro FIN

Settembre 05, 2018

Per la stagione 2018/19 siamo lieti di informarvi che è rinnovata la convenzione con la Piscina Oli...

Bluwater

Aprile 12, 2018

Vincenzo

Vincenzo

29 Lug 2019
O.P.E.S. Formazione è una associazione senza scopo di lucro, che svolge la sua attività nell’ambito della ricerca, della progettazione e realizzazione di attività formative e della promozione di interventi umanitari nei paesi del terzo mondo (campagne di vaccinazioni, interventi di prevenzione, educazione alla salute).
 
PER OGNI INFO CONTATTA LA TUA STRUTTURA TERRITORIALE DI RIFERIMENTO
 
29 Lug 2019

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA, CON CONTRATTO A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO, N° 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO UFFICIALE DI POLIZIA LOCALE CATEGORIA GIURIDICA D PRESSO AREA POLIZIA 

SCADENZA 6/9/2019

SCARICA IL BANDO

12 Lug 2019

Documento per audizione IV Commissione Consiglio Regione Lombardia

Il Comune di Campione d’Italia, con delibera n.11 del 7 giugno 2018, esecutiva, ha certificato il dissesto finanziario dell’Ente a cui è seguito, con una singolare inversione del rapporto causa/effetto, il fallimento della Società partecipata incaricata della gestione del Casinò Municipale, azienda deputata, grazie alla concessione statale in deroga al divieto penale e ad un preciso obbligo di natura giuridica (Regio Decreto Legge del 2 marzo 1933 e s.m.i), a garantire le necessarie risorse funzionali al Comune, alla collettività e all’erogazione dei servizi necessari alla stessa.

Neppure l'istanza di fallimento del Casinò del 9 gennaio 2018, atto prodromico alla successiva dichiarazione di fallimento del 27 luglio 2018 e che ben illustrava le cause e i meccanismi alla base del rapporto ente-partecipata, è stata sufficiente, pur nelle evidenti difficoltà, a suggerire all'ultima Amministrazione Comunale un percorso reale di risanamento dell'azienda tale da garantire risorse sufficienti all'Ente per evitare il dissesto finanziario.

Naturalmente i dipendenti del Comune di Campione d'Italia sono stati immediatamente coinvolti dalla procedura prevista dal T.U.E.L. in materia di dissesto per gli Enti Pubblici.

Le Organizzazioni Territoriali di Categoria hanno ritenuto immediatamente porre all'attenzione delle istituzioni la particolare organizzazione amministrativa di questa exclave italiana in territorio elvetico che, per posizione geografica e politica, nonché economica, fiscale e socio - sanitaria, esclude qualsiasi comparazione, sia pure approssimativa, con gli altri Comuni italiani e tale da determinare nel tempo l’adozione di provvedimenti in deroga alla legislazione nazionale in campo tributario, sanitario, fiscale e scolastico.

Prova ne sono l'immediata attivazione delle procedure di cui all'Accordo sul Funzionamento dei servizi pubblici essenziali con un tentativo di raffreddamento in data 9 agosto 2018 presso la Prefettura di Como e la successiva audizione presso la COSFEL, a Roma, il giorno 25 settembre 2018. In quell’occasione l’on. Carlo Sibilia, sottosegretario al Ministero dell’Interno, prendendo atto della situazione e riconoscendo le peculiarità del Comune di Campione d’Italia, si era impegnato a consultare gli altri Ministeri competenti per trovare un’adeguata soluzione e cercare le modalità per derogare al D.M. 10.04.2017, consentendo al Comune di disporre di un’adeguata pianta organica per continuare a garantire i servizi essenziali alla collettività.

Non verificandosi interventi immediati e concreti e protraendosi lo stallo, accentuato anche delle dimissioni a far data dal 24 agosto 2018 del Sindaco di Campione d’Italia e di 10 consiglieri, con conseguente scioglimento e sospensione del consiglio comunale da parte del Prefetto di Como e successiva nomina del Commissario Straordinario per la provvisoria gestione dell’Ente (decreto n. 22239/2018/Area II/EE.LL.), i dipendenti del Comune hanno ritenuto opportuno ricercare una tutela giuridico-legale della pianta organica del Comune presso l'Autorità Amministrativa: con Ordinanza n.12983/2018 REG/RIC., pubblicata in data 04.03.2019, il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima Ter) ha accolto l'istanza cautelare e, per l'effetto, ha sospeso l'efficacia della Deliberazione n.64 del 13.08.2018 avente ad oggetto la “Rideterminazione dotazione organica dell'Ente ex. Art. 259 – comma 6- D.Lgs. 267/2000. Dichiarazione di eccedenza del personale e conseguenti adempimenti ex art. 33 del D. Lgs. n. 165/2001”, fissando la trattazione nel merito del ricorso per il giorno 19 novembre 2019.

Nel mentre la situazione del Comune è divenuta sempre più drammatica: il Commissario straordinario non può erogare i servizi essenziali alla collettività, alcuni servizi sono stati soppressi (dalla scuola materna alla casa di riposo per gli anziani), l’Amministrazione comunale si trova nell’impossibilità di far fronte anche alle più banali spese di “sopravvivenza” (vedasi ad esempio le difficoltà per garantire la fornitura del gasolio alle scuole e gli immobili comunali). I dipendenti dell’Amministrazione Comunale, continuano a lavorare ed a garantire quei servizi essenziali per una comunità che se li aspetta e se li merita, non vedono rispettato il loro diritto alla retribuzione dal mese di marzo del 2018, in una situazione sempre più drammatica e non più giustificabile.

Tuttavia, con il rigetto alla sospensiva del Consiglio di Stato riferita alla “Rideterminazione dotazione organica dell'Ente” si rischia, nelle more di un giudizio che arriverà solo a novembre dal TAR del Lazio, di azzerare tutti i servizi oggi erogati dal Comune non dando prospettive alla Comunità campionese per la draconiana riduzione del personale rapportata al quanto previsto dal DM del 10.4.2017.

In questo frangente occorrono interventi urgenti che possiamo sintetizzare nei seguenti 5 punti:

  1. Modifica del DM del 10.4.2017- relativamente al rapporto dipendenti/popolazione differenziato per il Comune di Campione d’Italia;
  2. Riapertura del Casinò nel più breve tempo possibile;
  3. Apertura di un tavolo istituzionale dove ci si possa confrontare per approntare le soluzioni atte a calmierare in primo luogo la grave crisi finanziaria dell'Ente ma soprattutto per analizzare, senza pregiudizio, le reali esigenze del Comune di Campione d'Italia (anche in vista della possibile riapertura della casa da Gioco) e i servizi alla collettività da esso erogati in un contesto socio-economico senza dubbio particolare.
  4. Valorizzazione del contesto territoriale attivando tutte le misure necessarie anche di natura fiscale affinchè si possa fare di Campione d’Italia un polo attrattivo sotto il profilo commerciale e turistico;
  5. Nelle more dell’attivazione delle azioni richieste è necessario considerare alla stregua dei comuni colpiti da calamità, lo stato di emergenza affinchè si possano differire i pagamenti di tributi e mutui per i cittadini campionesi.

Infine, si evidenzia che le ripercussioni nei rapporti tra lo Stato Italiano e la Svizzera a seguito delle problematiche emerse dal dissesto economico – finanziario del Comune di Campione d’Italia sta producendo, di fatto, un peggioramento delle relazioni tra i due stati.

Consci delle difficoltà oggettive dell’emergenza in corso, siamo convinti che la Politica e le Istituzioni tutte, non possono demandare la risoluzione dei problemi della Comunità campionese alle aule dei Tribunali ma si debba, con senso di responsabilità intervenire affinchè si possano dare risposte concrete a adeguate ai cittadini e al territorio.

In tale ottica, si chiede al Consiglio Regionale di farsi portavoce di quanto rappresentato, al fine di attivare con il Governo gli strumenti necessari per porre rimedio all’emergenza in corso.

Scarica il documento

Articolo Gioconews del 11 7 2019

Il Segretario Generale della UIL FPL del Lario

             Dott.Vincenzo Falanga

12 Lug 2019

 

SCARICA TUTTA LA DOCUMENTAZIONE

 

Da un primo esame dello schema di decreto, diversi sono gli aspetti sostanziali da evidenziare:

- disciplina di accesso ai ruoli e relativa progressione di carriera;

- disciplina del rapporto di lavoro attraverso l'istituzione, nell'ambito del Comparto Funzioni Locali, per la specifica professionalità, di apposita sezione negoziale dotata di risorse proprie relative al personale della Polizia Locale sia dirigenziale che non dirigenziale;

- previsione che la contrattazione integrativa sia basata su una quota di salario accessorio, definita dal Contratto Collettivo nazionale di Lavoro, anche utilizzando fonti di finanziamento aggiuntive derivanti da entrate a specifica destinazione( vedi ex-art.208 o specifici finanziamenti regionali));

- riconoscimento dei criteri generali di rappresentatività sindacale di cui agli art. 42, comma10, e 43 DL 30 marzo 2001, n.165;

- disposizioni in materia previdenziale, assicurativa, infortunistica e pensionistica con riconoscimento di speciali elargizioni per le vittime del dovere e per i loro familiari equivalenti a quelle vigenti per il personale delle Forze di Polizia ad ordinamento civile;

- istituzione di una specifica classe di rischio adeguata ai compiti svolti;

- previsione dell'accesso gratuito per fini istituzionali ai sistemi informativi automatizzati del PRA e della Direzione generale per la motorizzazione del Dipartimento per i trasporti;

- disciplina delle procedure di accesso al Centro elaborazione dati di cui all'art.8 della legge 1 aprile 1981, n.121;

- adozione di dispositivi per la tutela dell’incolumità degli operatori e disciplina dell'armamento individuale e di reparto nonché dei veicoli in dotazione, con speciali targhe di immatricolazione e obbligatorietà della patente di servizio.

Viene riaffermato, inoltre, il ruolo fondamentale delle Regioni, nell'esercizio della propria potestà legislativa, al fine, soprattutto di effettuare un efficace coordinamento tra gli Enti Locali e di assicurare il rispetto di livelli qualitativi essenziali del servizio di Polizia Locale sull'intero territorio regionale. In tal senso sono previste specifiche convenzioni tra Stato, Regioni ed Enti Locali per finanziare o cofinanziare l'attività di sicurezza integrata ed urbana.

Viene rafforzato il principio della gestione associata della funzione di Polizia Locale attraverso le unioni dei comuni e soprattutto l'attività di formazione e aggiornamento professionale sia del personale già in servizio che di quello di nuova assunzione, mediante la promozione di strutture formative anche di carattere interregionale.

Infine la disciplina dell'ordinamento, dell'organizzazione e del funzionamento dei corpi operanti nel territorio di pertinenza, sulla base delle linee guida del decreto legislativo.

E' indubbio , che si tratta di aspetti di assoluta rilevanza, che cambiano completamente il quadro normativo di riferimento. E', però, altrettanto chiaro che dovremo esaminare nel dettaglio i contenuti della Delega ed aprire, sulla base dei tavoli istituzionali, già avviati, un confronto tecnico e politico con il Governo per entrare più direttamente nel merito del provvedimento.

Sicuramente, ci troviamo di fronte ad una stagione in cui si stanno materializzando proposte concrete, frutto anche del grande lavoro, che come UIL FPL, insieme agli amici e compagni della Polizia Locale, abbiamo portato avanti in questi ultimi anni.

Non ci illudiamo, sappiamo, comunque, che saranno necessari momenti di approfondimento e di verifica con inevitabili criticità da dover affrontare, anche di natura finanziaria. Non appena sarà divulgato ufficialmente il testo, chiederemo al Governo di riattivare il tavolo di confronto non escludendo, ovviamente, eventuali audizioni presso le commissioni parlamentari.  

Fraterni saluti.

 

09 Lug 2019

 

In allegato si trasmette il bando di selezione in oggetto. ASA _ BANDO Selezione Personale

 

Saluti

UIL FPL DEL LARIO

25 Giu 2019

Carissimi vi informiamo

che grazie ad un importante partnership tra UIL FPL, Effepielle Lab e la Philmark, verranno selezionati

neo-diplomati, neo-laureati in discipline scientifiche informatiche; disoccupati, inoccupati interessati al mondo IT per essere formati e assunti presso importanti aziende tra Roma e Milano.

Il GRUPPO PHILMARK è una delle realtà più innovative ed in crescita nel mondo della consulenza e ricerca informatica, digital transformation, Big Data, CRM e sviluppo software. In uno scenario come quello contemporaneo in costante evoluzione, la formazione rappresenta strumento fondamentale per la crescita e lo sviluppo delle persone. In particolare, la formazione professionale, diventa sempre più protagonista nel mondo produttivo, colmando da un lato i fabbisogni formativi delle aziende, dall’altra la necessità dei giovani e dei lavoratori di rimanere costantemente aggiornati.

L’obiettivo del corso è formare figure da inserire nel mondo del lavoro, fornendogli, attraverso un breve percorso di affiancamento iniziale, la possibilità di confrontarsi su progetti reali.

I corsi, interamente finanziati e quindi gratuiti, sono tenuti da docenti professionisti e tecnici del settore in grado di formare professionisti che possano inserirsi sin da subito, in un mercato in continua crescita. L’intero processo è condotto dall’Academy, dalla selezione dei partecipanti alla progettazione dei contenuti, fino all’erogazione del corso e al supporto alle aziende nella fase di inserimento dei profili professionali richiesti.

Ogni candidato dovrà inviare il proprio curriculum all'indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  entro e non oltre le ore 12.00 del 15 luglio 2019 (Età candidatura: da 18 a 33 anni con diploma di scuola superiore di 2° grado):

Prima selezione: Roma (30-31 luglio presso la Segreteria Nazionale UIL FPL)

Se idoneo, seconda selezione: Milano (indicativamente settembre)

La Philmark Academy, al termine del corso, rilascerà un attestato di partecipazione, garantendo un placement dedicato in azienda.

Durata 6 settimane.

Costo Gratuito.

Questa modalità di formazione, breve e intensiva, consente di colmare il gap di competenze ed esperienze che esiste tra l’istruzione scolastica/universitaria e il mondo del lavoro, attraverso percorsi teorici e pratici. La scelta di strutturare il corso in un percorso con orario full-time permette di immergere i corsisti in un ambiente simile a quello lavorativo che affronteranno al termine del corso.

Figure professionali:

Salesforce Developer Junior

Programmatore java Junior

Ogni candidato idoneo, scelto dopo la selezione, sarà inserito in un programma formativo gratuito per acquisire le competenze indispensabili per l'assunzione presso aziende site tra Roma e Milano.

Per  maggiori informazioni, chiama lo 06/865081 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Scarica Brochure

Sperando di farvi cosa gradita,

Fraterni Saluti.

Vincenzo Falanga

SEGRETARIO GENERALE UIL FPL del Lario (Como –Lecco)

Via Torriani n. 27 – 22100 Como

e-mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

cell. 320.81.60.615

www.uilfpldellario.it

21 Giu 2019

 

Carissime Iscritte e Carissimi iscritti,

sappiamo benissimo cosa significa lavorare presso la asst di Lecco e quanti sacrifici fate, in ogni turno di lavoro.

Oggi abbiamo evidenziato la fatica, l'abnegazione e l'alto senso del dovere che, dimostrate ogni giorno.

Ma sembra che non sia bastato. Abbiamo trovato una direzione generale granitica e lontanissima dalla realtà, reale di questa azienda.

Proseguiremo con le nostre rivendicazioni e a appena possibile verrà stilato un piano di iniziative per la vertenza in corso.

Scarica verbale prefettura

Articolo di giornale

Il Segretario Sanità Pubblica

UIL FPL DEL LARIO

Massimo Coppia

 

18 Giu 2019

GRANDE PARTECIPAZIONE DEI LAVORATORI

ALLO SCIOPERO DELLA SANITA’ PRIVATA DEL 18.6.2019

Grande partecipazione delle lavoratrici e lavoratori afferenti alla Sanità Privata che hanno incrociato le braccia per lo sciopero regionale del comparto.

Ci giungono notizie di servizi e reparti che hanno avuto la massima adesione degli operatori alla protesta sindacale dovuta al mancato rinnovo del contratto che pesa ormai da 12 anni.

Le ragioni che ci hanno portato alla proclamazione dello sciopero sono sostanzialmente dovute alla mancanza di volontà della parte datoriale di rinnovare un contratto che non solo dal punto di vista economico è in ritardo ma anche su aspetti normo giuridici che per effetto delle evoluzioni normative non vengono a tutt’oggi recepiti dal Contratto Nazionale.

La risposta dei lavoratori è del tutto evidente, basta perdere tempo, lavoriamo per il comparto Sanità Privata e per tutti i lavoratori interessati che garantiscono servizi necessari e fondamentali per tutta la nostra collettività.

Grazie ai delegati e delegate delle strutture dei nostri territori e grazie per l’ampia partecipazione che ci viene segnalata dal Valduce e Villa Aprica di Como, dal Fatebenefratelli di Erba, dalla Clinica Mangioni e la Nostra Famiglia di Lecco.

Como, 18 Giugno 2019

Il Segretario Generale della UIL FPL del Lario

        Vincenzo Falanga

 

Scarica il commento

17 Giu 2019

Durate la giornata abbiamo voluto ricordare con un gesto simbolico tutti i nostri Delegati e le nostre Delegate che ci hanno fatto compagnia e alle professionalità che si sono distinte nel corso degli ultimi mesi per meriti di categoria, per tutti quelli che non hanno potuto, non disperate avremo sicuramente altra occasione per rendere merito a ciò che fate e che rappresentate all'interno dei luoghi di lavoro.

La Segreteria UIL FPL del Lario è onorata di avervi tra i nostri associati, GRAZIE per il valore umano e professionale che date a tutta la UIL.

 

Di seguito è possibile visionare le immagini dei riconoscimenti assegnati.

 

 

17 Giu 2019

Sabato abbiamo voluto ricordare quanto è stato censurato il giorno 8 giugno 2019 a Roma alla Manifestazione Nazionale dei servizi pubblici e per il rinnovo dei contratti della Sanità Privata.

A questo proposito abbiamo consegnato la T-SHIRT con l'immagine della censura al Segretario Nazionale Aggiunto UIL Pierpaolo Bomardieri, al nostro Segretario Generale UIL FPL Michelangelo Librandi ed al altri illustri componenti della Segreteria Nazionale quali Vito Panzarella Segretario Generale Feneal UIL, Vincenzo Cesare Segreteria UIL Milano e Lombardia, Salvatore Monteduro Segretario Generale UIL CST del Lario, Daniele Ballabio Segretario Generale UIL FPL Milano e Lombardia.

ecco il link di comozero https://www.comozero.it/attualita/i-big-della-uil-e-la-pacifica-protesta-delle-magliette-lironia-su-salvini-e-di-maio-non-si-blocca/?fbclid=IwAR3ed4f1gj3KQmrkjj_4cszSQmrgW2EoUhT7RybHr3fOogBu74xOvA8dHuI